Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Quattro passi tra librerie’ Category

155621509-a59664f0-57a0-42b2-b8a1-8fcdedb75e69

Da Neri Pozza

 

 

 

Read Full Post »

 

 

fotostorica1-300x221

La libreria di Albertina

Ormai non ci lamentiamo nemmeno più per così poco! C’è l’e-book e poi se proprio vuoi un libro lo puoi trovare al supermercato, all’ipermercato, al centro commerciale. Abbondanza di cultura!

 

Non ricordo con precisione, ma sono passati più di 25 anni da quando il Ponte Vecchio di Firenze una mattina di un giorno feriale qualunque, si sveglio senza più vedere ALBERTINA, la piccola grande istituzione della Piazzetta del Pesce dirimpettaia del Ponte Vecchio. Albertina gestiva la piccola libreria del teatro di Firenze, grande luogo di cultura fiorentina e nazionale, punto d’incontro nel suo spazio ristretto della piccola e grande cultura teatrale degli anni sessanta e oltre, quando il buon teatro si faceva non solo in teatro, ma anche nelle cantine (ed era spesso il migliore). Chi ha amato e fatto teatro, non può aver dimenticato Albertina, computer umano di conoscenza teatrale. Nella sua libreria potevi trovare di tutto, dalla drammaturgia classica a quella d’avanguardia ed era tutta nella sua testa e nella sua piccola libreria, dove lei con magica perizia riusciva ad ascoltare, percepire, capire, consigliare, esaudire ogni richiesta. Quel luogo era punto di incontro di grandi attori, registi, direttori artistici e giovani appassionati. Io ero uno di quei giovani di allora, spesso ho incontrato lì Paolo Poli, Zeffirelli, Strehler, tanto per fare qualche nome. E sento che molta della mia formazione di vita e amore per il teatro è stato coltivato in quel piccolo spazio-universo.

 

Ma il mondo cambiava e altri generi commerciali del dilagante consumismo avanzavano. Albertina non poteva competere, gli affitti diventarono alti. Nessuno l’aiutò, nessuna istituzione intervenne a salvare quel bene comune.

 

Quella mattina il Ponte Vecchio non comprese perché e se lo chiede ancora.

 

Adesso spesso mi aggiro nelle grandi librerie e osservo smarrito commessi e commesse addetti alla vendita o alla cassa, cerco di leggere sul badge il loro nome, ma non ho più trovato quello di Albertina.

 

(ringrazio Antonio per questo contributo)

Read Full Post »

155621509-a59664f0-57a0-42b2-b8a1-8fcdedb75e69“La crisi rischia di farci chiudere. Sostieni la libreria più antica d’Italia regalandoti un libro”. È l’urlo d’aiuto della libreria Bocca, in Galleria Vittorio Emanuele a Milano, che lancia così la campagna di sconti per tentare di arginare la crisi. Un locale piccolo, ma con una grande storia alle spalle. Fondata da due fratelli astigiani nel 1775, è la più antica libreria italiana. Quand’era anche una casa editrice stampava per la casa reale Savoia e ha pubblicato per prima Le mie prigioni di Silvio Pellico nel 1832 e la prima edizione italiana dell’Interpretazione dei sogni di Sigmund Freud. Nel 2009, strozzata dai costi dell’affitto, ha rischiato il primo ko salvandosi grazie al blocco dei canoni di locazione deciso dalla giunta di Giuliano Pisapia. Poi è arrivata la crisi e la libreria – locale storico d’Italia per il ministero dei Beni culturali – è tornata a soffrire: “Ci scambiano per un museo – dice Giorgio Lodetti, l’attuale proprietario – e contrattano sul prezzo dei libri. Gli incassi degli ultimi mesi sono stati pessimi, in estate abbiamo appena superato i 1.000 euro. Così non possiamo andare avanti. Ci hanno dato lo status di locale storico: se lo siamo davvero, ci diano una mano” (Andrea Tundo)

http://milano.repubblica.it/cronaca/2013/10/21/foto/milano_a_rischio_chiusura_la_libreria_pi_antica_d_italia-69099454/1/?ref=fbpr

Read Full Post »

6-462x600

Benvenuti nella libreria Florida, in Via Corridoni a Firenze, proprio a un passo da Piazza Dalmazia. Ho vissuto per cinque anni in questa zona di Firenze, che è una piccola città nella città, e questa é sempre stata la mia libreria.

Non è una libreria qualunque, perché il bello di uscire e andarsi a comprare un libro è che in libreria ci trovi le persone e Alessandro ed Elisa, i proprietari, non sono due semplice librai, ma sono librai che leggono.. leggono… leggono…

E così se gli chiedi un libro da regalare all’amica che legge leggero, o all’amico che ama la satira, o un romanzo nuovo da consigliare ai ragazzi, o un libro per bambini, loro sanno sempre che libro consigliarti.

Pensateci un attimo: se entrate in un negozio di abbigliamento e vi servono un paio di jeans taglia 42 e una maglia verde, la merce è là in bella mostra, basta  chiedere o prendere e voilà…. eccovi i diversi modelli e le diverse sfumature di colore. Non dovete far altro che andare in camerino e scegliere quelli che fanno al caso vostro.

Ma se entrate in una libreria e il proprietario con aria competente vi dice che quel libro uscito sicuramente vi piacerà, quello deve  comprendervi, avere fiuto e sensibilità. E per consigliarvi il libro che fa al caso vostro se non avete le idee chiare, deve averli letti davvero tutti quei libri. Non è uguale a taglia/colore/modello!!

45-600x450

Ecco perchè Alessandro ed Elisa non sono solo i proprietari di un negozio e non vendono merce qualunque. Vendono mondi nei quali viaggiano essi stessi e li sanno descrivere, tanto che vi fanno venire la voglia di andarci. Diciamo che sono più dei folletti e siccome appartengono a una razza in via d’estinzione…. sarà bene ricordarsi sempre che l’alchimia e la magia non si comprano con la carta di credito, magari è più comodo, ma infinitamente più noioso.

 

http://www.libreriaflorida.it/

25-600x450

 

LIBRERIA FLORIDA
Libreria di consiglio
Via Corridoni, 32/R – 50134 FIRENZE 

Read Full Post »

267708_1771426213367_393266_n-1

Inauguro con questo post quella che spero sarà una serie di “segnalazioni” sotto forma di racconti di piccole librerie sparse per l’Italia e il mondo. Ogni giorno sentiamo di librerie che chiudono, non possiamo salvarle con un click, ma possiamo mostrarle.

Mi piace l’idea di fare quattro passi tra le librerie legate ai ricordi, alle immagini, ai contributi di qualsiasi genere di tutti coloro che vorranno contribuire a costruire questa mappa.

Inizio con questa che non ha a che fare con le librerie che chiudono ma l’ho scelta perché è bella.  Più che una libreria è una piccola biblioteca (ma i libri li vende anche). Un posto dall’atmosfera speciale che mi sono trovata davanti mentre vagavo per Chincoteague, una località sull’Oceano, in Virginia.

Si chiama The island library ed è uno di quei posti di un’America che non ti aspetti.

267708_1771426253368_8028841_n-2
267708_1771426293369_3437541_n-2

267708_1771426333370_5279118_n-1

267708_1771426373371_5018760_n-1

Lì puoi prendere i libri e andarti a sedere in un salottino dal quale vedi il mare e i gabbiani, con spazi poliformi per tutti, anche per i bambini, dove si organizzano iniziative di promozione alla lettura per tutte le età. Un posto dove arrivi e pensi “meno male sono partita”. Una libreria sull’oceano.

La gente non fa un viaggio, è il viaggio che fa la gente (J.Steinbeck)

http://chincoteagueislandlibrary.org/index.html

Read Full Post »